Si temono 100mila contagi da Covid al giorno nel Regno Unito in inverno. Spunta una nuova mutazione denominata ‘AY.4.2’. La variante individuata in Italia, Gb e Israele. Potrebbe essere più contagiosa della Delta

Roma, 22 ott 2021 – E’ GIUSTO RISPETTARE TUTTE LE IDEE, MA DI FRONTE AD UNA EPIDEMIA DEL GENERE CI SI ADEGUA ALLE REGOLE SANITARIE IMPOSTE DALLA SCIENZA MEDICA E ACCOLTE CON LA LEGGE.

CHE LA PANDEMIA SIA FINITA NON CI CREDE NESSUNO, TRANNE QUALCHE MALE INFORMATO CHE PER CONVINZIONE O SCELTA VUOLE CREDERCI. Vaccinarsi rimane quindi ancora la scelta migliore al fine di condurre una vita quasi normale e abituarsi a convivere con il covid-19 per un bel po di tempo ancora. Per ora le strategie suggerite dai NO-VAX da COVID-19 e dai NO-GREEN PASS (che spesso sono le stesse persone) non sembrano funzionare.

Ma di quale strategie parlano?

Bisogna chiederlo a loro, perche’ oltre alle manifestazioni di protesta contro i vaccini, contro il sottoporsi a tamponi continui, contro il green pass, (ma prima cerano i no alle mascherine, i no al look down, i no alle chiusure dei posti di lavoro, i no alle chiusure delle attivita’ commerciali) ecc, non vediamo proposte concrete per aiutarci a capire come combattere l’avanzare del virus covid-19.

Notiamo invece che la Provincia di Trieste in questi giorni (sede di continue manifestazioni no green pas e con una media di vaccinati inferiore al resto delle altre localita’ del Friuli (vedi qui) ha il piu’ alto tasso di contagiati rispetto alle altre citta’ del Friuli e non solo (vedi articolo qui). E’ solo un caso? E guarda caso anche che grazie ai centinaia di migliaia di tamponi giornalieri effettuati in piu’ in Italia per ottenere il green pass per lavorare, vengono scoperti nuovi contagiati che diversamente sarebbero andati in giro o entrati al lavoro, salvo accorgersi poi (o prima chi lo sa) da soli di stare male.

MA ORA TORNIAMO ALL’ARTICOLO PRINCIPALE.

ANSA.IT. Si temono 100mila contagi da Covid al giorno nel Regno Unito in inverno. Spunta una nuova mutazione denominata ‘AY.4.2’. La variante individuata in Italia, Gb e Israele. Potrebbe essere più contagiosa della Delta

E’ presente anche in Italia, con soli 9 casi identificati fra settembre e ottobre, la nuova variante AY.4.2, derivata dalla Delta e indicata con la sigla B.1.617.2.4.2. Lo indicano delle sequenze genetiche contenute dalla banca dati internazionale Gisaid, analizzate dagli esperti del Ceinge-Biotecnologie avanzate di Napoli. Complessivamente sono state finora depositate 1.860 sequenze della variante AY.4.2. Di queste, la maggior parte proviene dalla Gran Bretagna e le rimanenti sono distribuite, anche se con piccoli numeri, in una decina di Paesi europei fra i quali l’Italia. “E’ un possibile esempio, ma va dimostrato, di come il virus AY.4.2. provi a sfuggire ai vaccini con tutto il suo carico mutazionale”, osserva il genetista Massimo Zollo, dell’Università Federico II di Napoli e coordinatore della Task force Covid-19 del Ceinge. “Se l’ipotesi dovesse essere confermata, la situazione epidemiologica potrebbe peggiorare nel caso in cui dovesse restare ancore elevato il numero delle persone non vaccinate. Potrebbero essere colpite anche le persone già vaccinate con una risposta anticorpale bassa o assente”. L’ARTICOLO COMPLETO CONTINUA QUI >>>

.

Seguici in tempo reale sul nostro canale e gruppi/chat TELEGRAM - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

Visita la nostra pagina Facebook, metti un "LIKE" per rimanere aggiornato>>>

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.