Brunetta: “Nuova Pa, sfida riformista per coniugare crescita e giustizia sociale”

Roma, 1 dic 2021 – COSA POSSIAMO DIRE AL MINISTRO DELLA PA BRUNETTA? Che dal 2009 ci ha lasciati in un mare di guai stipendiali ed economici, avendoci bloccato (il suo governo di appartenenza dell’epoca) i rinnovi dei contratti di lavoro e di qualsiasi aumento derivante da un qualsiasi automatismo stipendiale, tipo le promozioni di grado, l’indennita’ operativa per anzianita’ e grado, l’assegno di funzione maturato a 17 – 27 o 32 anni, ecc. ecc..

Stipendi bloccati per anni; un fatto che nessuno ha memoria che sia mai successo!

Quindi non abbiamo un buon ricordo dell’epoca e neanche un bel periodo trascorso da ricordare (12 anni circa). Va tutto dimenticato. Ora ci dice che ci sono le condizioni e le risorse per riformare la PA. Bene, non ci sembra che sia partito proprio bene con il rinnovo del contratto 2019/2021, dato che per i militari, poliziotti e vigili del fuoco, si prevedono aumenti che vanno dai 60 euro ai 110 euro lordi al mese. FORSE QUESTE CATEGORIE NON INTERESSANO? Speriamo di non ritrovarci ancora con tutto bloccato. 

Segue comunicato tratto dal Portale della FUNZIONE PUBBLICA.

Brunetta: “Nuova Pa, sfida riformista per coniugare crescita e giustizia sociale”

“Se non ci sono le condizioni a contorno in un settore così strategico e orizzontale come la Pubblica amministrazione, ogni riforma è destinata a fallire. Certamente la mia riforma del 2009 è precipitata in un decennio di compiti a casa, di rigore, di sangue, sudore e lacrime. Oggi, invece, sono fortunato: ho le risorse, ho le condizioni per riformare la Pa coniugando crescita e giustizia sociale”. Lo ha detto il ministro per la Pubblica amministrazione, Renato Brunetta, intervenendo alla presentazione online del n. 5/2021 della rivista Italianieuropei (di cui firma il primo contributo), con Massimo D’Alema, Antonio Decaro e Marianna Madia.
“Questa è una grande occasione per tutte le grandi famiglie politiche che si vedono rappresentate nel Governo Draghi. Speriamo che duri questa congiuntura astrale favorevole. Io sto riuscendo a fare ciò che avevo tentato 12 anni fa. In questa legge di bilancio c’è il superamento dei blocchi al salario accessorio, ci sarà lo sblocco del turnover e delle capacità assunzionali degli enti locali”. 
“Il Pnrr – ha continuato il ministro – produrrà in 5 anni un milione di nuovi assunti a termine, per i quali sarà prevista una riserva del 40% nei concorsi pubblici dopo il 2026. Lo sblocco del turnover produrrà 100-120mila nuovi contratti a tempo indeterminato ogni anno. Mille professionisti arriveranno dal Pnrr per fluidificare l’attuazione dei progetti sui territori, con compensi fino a 100mila euro: ieri sono partite le procedure di reclutamento sul portale inPA. Abbiamo semplificato le procedure di accesso alla Pa: ora i concorsi si concludono in meno di 100 giorni, e da maggio sono stati già sbloccati oltre 40mila posti”. Funzione Pubblica.
  • L’intervento del ministro Brunetta alla presentazione del numero 5/2021 della Rivista Italiani Europei, LO PUOI ASCOLTARE CLICCANDO QUI >>>
    .

Seguici in tempo reale sul nostro canale e gruppi/chat TELEGRAM - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

Visita la nostra pagina Facebook, metti un "LIKE" per rimanere aggiornato>>>

One thought on “Brunetta: “Nuova Pa, sfida riformista per coniugare crescita e giustizia sociale””

  1. Cosa ne capisce… il Dott. Brunetta……..ha fatto solo danni…..il suo governo è stato mandTO VIA …ED È RICICCIATO E LO FATE ANCHE PARLARE……

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.