Codacons: “Se c’è l’obbligo vaccinale per gli over 50 che si cambi allora il consenso informato”

Roma, 7 gen 2022 – Dopo della decisione di imporre l’obbligo vaccinale per tutti gli over 50 il Codacons interviene sulla questione, per molti dirimente, del consenso informato. In una nota il coordinamento a tutela dei consumatori esige maggiore chiarezza nei fogli che i cittadini devono firmare prima di ricevere la dose del vaccino.

Con l’introduzione dell’obbligo vaccinale per una categoria di soggetti, gli over 50, secondo il Codacons “è evidente che il consenso informato in vigore oggi non è più legittimo, e deve essere modificato eliminando qualsiasi clausola che escluda responsabilità da danni da vaccino”.  

Carlo Rienzi, presidente del Codacons, spiega: “Oggi i moduli sul consenso informato firmati dai soggetti che accettano di sottoporsi a vaccinazione contro il Covid non prevedono responsabilità in capo allo Stato in caso di effetti collaterali, reazioni avverse gravi o danni permanenti. Questo perché la vaccinazione era, fino ad oggi, volontaria e lasciata alla libera scelta dei singoli”.

Rienzi ha ulteriormente chiarito che “se il Governo non modificherà con urgenza i moduli che i cittadini over 50 dovranno firmare al momento della vaccinazione, nasceranno contenziosi legali e il Codacons si farà promotore di una raffica di ricorsi in tribunale contro lo Stato, per conto di tutti i soggetti coinvolti dal nuovo obbligo che subiranno danni a seguito della vaccinazione.

Nell’attesa delle dovute modifiche, invitiamo gli over 50 a non firmare alcun consenso informato, o a cancellare dai moduli qualsiasi clausola che escluda responsabilità dello Stato in caso di effetti avversi o danni da vaccinazione”. <<<FONTE>>>

Seguici in tempo reale sul nostro canale e gruppi/chat TELEGRAM - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

Visita la nostra pagina Facebook, metti un "LIKE" per rimanere aggiornato>>>

2 thoughts on “Codacons: “Se c’è l’obbligo vaccinale per gli over 50 che si cambi allora il consenso informato””

  1. “è evidente che il consenso informato in vigore oggi non è più legittimo”

    non lo è mai stato

  2. Se mi obbligano a vaccinarmi, non ha senso nemmeno firmare una semplice nota informativa, perchè in ogni caso non ho libertà di scelta. E non mi si venga a parlare di obbligo relativo e non assoluto. Allora anche il rapinatore che ti punta la pistola ti obbliga -relativamente- ? Andare poi a mettere le mani nelle tasche di disoccupati 50 enni che vedono la pensione ancora lontana è un atto da irresponsabili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.