Pensioni militari: quella di anzianità a rischio con la riforma 2023?

Roma, 4 feb 2022 – A rischio le pensioni militari di anzianità dal prossimo anno. La riforma toccherà anche la categoria delle forze armate e dell’ordine. MA ATTENZIONE, si parla soltanto di quella con soli 35 anni di contributi e 58 anni di eta’. Si tratta di colleghi che si sono arruolati tardi e non hanno i contributi al massimo. Con soli altri due anni di lavoro potranno andare via con 60 anni e con tutti i benefici di legge: ausiliaria o moltiplicatore. 6 scatti sulla liquidazione ecc.ecc..

Salve tutte le altre possibilita’.

Con l’arrivo della riforma pensioni 2023, anche le pensioni militari potrebbero essere toccate. In particolare la pensione di anzianità che prevede l’uscita dal servizio a 58 anni di età.

La riforma Fornero del 2012 aveva preservato questo tipo di pensioni riservate al personale militare e delle forze armate. Ma ora, a distanza di dieci anni, i presupposti per mantenere questo “privilegio” sono venuti meno. L’ARTICOLO COMPLETO CONTINUA QUI >>>

.

 

Seguici in tempo reale sul nostro canale e gruppi/chat TELEGRAM - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

Visita la nostra pagina Facebook, metti un "LIKE" per rimanere aggiornato>>>

9 thoughts on “Pensioni militari: quella di anzianità a rischio con la riforma 2023?”

  1. Certo che chi ha scritto l’articolo non è proprio informato. Sono oramai più di 10 anni che i parametri per le pensioni dei militari hanno recepito l’aspettativa di vita, tantè che con 35 anni non va via più nessuno…

  2. La riforma Fornero aveva preservato la categoria
    Ma aveva comunque agganciato le pensione di anzianità all’aspettativa di vita.
    Tanto è vero che dai 57 del 2011 siamo arrivati ai 58 anni del 2021.
    Nel 2023, in virtù dell’incremento dell’aspettativa di vita, sarebbe comunque arrivata a 58 e 5 mesi.
    Non è poi un gran privilegio rispetto ai 60 ordinamentali se si tiene conto che si perdono i 6 scatti sul calcolo degli emolumenti’ la rivalutazione del coeficiente da 4.35 a 4.58 sul rateo finale e circa 10m sul tfr.

  3. Ma io che maturo i 41 anni di contributi a marzo 2022, considerando la finestra mobile di 15 mesi, potrei andare in pensione a luglio 2023, presentando domanda a luglio 2022 ??? oppure con la nuova riforma, che partirà dal 2023, salta tutto ?

  4. Pure io nelle stesse condizioni
    Il 5 gennaio 2023 dovrei andarmene con i 41 anni e 15 mesi
    Spero che non salti tutto
    Gentilmente chi è informato
    Può dare una risposta
    Grazie

  5. Ragione vorrebbe che chi matura il requisito dei 41 anni nel 2022, non dovrebbe essere toccato da una riforma che dovrebbe andare in vigore dal 2023. Ma da un governo che ha dato a tutti per togliere solo ai pensionati aspettiamoci di tutto. Inoltre equiparare i militari ad altri lavoratori significa o non conoscere quella che è la condizione del militare, oppure, molto più probabilmente, su indicazione dei nostri vertici, voler sopperire alle carenze di organico trattenendo i vecchi piuttosto che assumere personale più giovane.

  6. I nostri COCER cosa stanno facendo ? Ci fanno sapere qualcosa di piu’ preciso; Attualmente io mi sono arruolato gennaio 85 eta’ 55 a Maggio ho 37 anni finiti piu’ i famosi 5 Rep.Operativi non voglio arrivare a 60 anni? Devo andare via per forza entro quest’anno. Grazie a chi ne sa dare una risposta chiara.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.