COVID, L’AUSTRIA VA OLTRE L’ITALIA: vaccino obbligatorio per tutti gli under 18. UNA RISPOSTA DURA AI RESISTENTI AL VACCINO, STRADA CHE DOVREBBE SEGUIRE ANCHE L’ITALIA

Roma, 6 feb 2022 – ANCHE SE IN ITALIA L’OBBLIGO VACCINALE E’ STATO INTRODOTTO SOLTANTO PER ALCUNE CATEGORIE (militari, poliziotti, vigili del fuoco, professori, sanitari) E PER ALCUNE CLASSI DI NASCITA (dai 50 anni compiuti in su), LA RISPOSTA DELLA CITTADINANZA E’ STATA NOTEVOLE E BEN ACCETTA: SI SONO VACCINATI CIRCA 50 MILIONI DI ITALIANI. Inoltre, chi si e’ vaccinato volontariamente ben accetta anche l’uso del green pass, anche perche’ e’ un problema che a lui/lei non interessa dato che non subisce nessuna limitazione sanitaria. Il problema rimane nelle mani di chi e’ NO-VAX da covid, che non vuole rispettare le regole di vita comune.

MA ORA VEDIAMO INVECE COSA SUCCEDE IN QUESTI GIORNI IN AUSTRIA CON L’INTRODUZIONE DELL’OBBLIGO VACCINALE.

In Austria diventa obbligatorio vaccinarsi. La nuova legge sarà firmata oggi dal presidente austriaco, rendendo obbligatori i vaccini contro il coronavirus per tutti i maggiorenni. L’Austria è il primo paese occidentale a imporre un obbligo per buona parte della popolazione ed è quindi osservata con attenzione dagli altri governi, interessati a incentivare le persone che non si sono ancora vaccinate a farlo. L’ARTICOLO COMPLETO CONTINUA QUI >>>

.

Seguici in tempo reale sul nostro canale e gruppi/chat TELEGRAM - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

Visita la nostra pagina Facebook, metti un "LIKE" per rimanere aggiornato>>>

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.