SIULM – PRIMI REINTEGRI DEI MILITARI SOSPESI

Roma, 17 feb 2022 – Oggi, grazie all’azione posta in essere dall’avvocato Monte e dal sindacato interforze SIULM, una parte dei militari che hanno aderito al ricorso numero di registro generale 1378 depositato presso il TAR Lazio, possono riprendere servizio presso le proprie caserme. Anche se sembra superfluo ricordarlo, tali uomini in divisa erano stati sospesi perché avevano rifiutato l’odiata inoculazione vaccinale.

Come ormai noto il summenzionato TAR in data 14 febbraio, ha “accolto e per l’effetto sospende medio tempore l’efficacia dei provvedimenti sospensivi impugnati. Fissa per la trattazione collegiale la camera di consiglio del 16 marzo 2022. Il presente decreto sarà eseguito dall’Amministrazione ed è depositato presso la Segreteria del Tribunale che provvederà a darne comunicazione alle parti”.

Ieri al direttivo SIULM sono giunte, oltre alle congratulazioni di molti, le telefonate gioiose dei colleghi che hanno ricevuto la comunicazione di reintegro. Anche se questa pronuncia ha finalmente creato una breccia nel muro di cemento armato creato intorno all’obbligo vaccinale, vogliamo attendere il dibattimento del 16 marzo per festeggiare.

Il SIULM a breve darà corso ad altre azioni per supportare i nostri iscritti appartenenti all’Esercito, Marina, Aeronautica, Carabinieri e Guardia di Finanza.

Per i prossimi giorni è stata organizzata una videoconferenza con l’avvocato e parte del direttivo SIULM, durante la stessa saranno date tutte le informazioni utili che si possono ancora intraprendere.

La conferenza sarà tenuta nel gruppo telegram: https://t.me/+Pgyh0IFlgMc2MzY8

Seguici in tempo reale sul nostro canale e gruppi/chat TELEGRAM - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

Visita la nostra pagina Facebook, metti un "LIKE" per rimanere aggiornato>>>

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.