RIFORMA IRPEF, DETRAZIONI PER LAVORATORE DIPENDENTE E BUSTE PAGA. Tutto e’ pronto, si parte dalla busta paga di marzo 2022? PUBBLICATA LA CIRCOLARE DELL’AGENZIA DELLE ENTRATE DEL 18-2-2022

Roma, 20 feb 2022 – RIFORMA IRPEF. La domanda e’: la nuova tassazione sara’ migliorativa rispetto a prima oppure ci perdero’ qualcosa? Indubbiamente la tassazione IRPEF e’ meglio di prima per quasi tutti i redditi (chi piu’ e chi poco meno), anche se di poco, ma ci si guadagna qualche decina di euro nette al mese. Ma a fare la differenza saranno sempre le detrazioni da lavoro dipendente. Una differenza che si gioca anche e soprattutto sui vecchi bonus da 80 e 100 euro che vengono rimodulati sempre in base al reddito.

Ovviamente non aspettiamoci grandi cose, dato che mai si sono realizzate cose buone a favore di chi lavora. C’e’ solo da augurarci che nel ricalcolo di tutto (irpef-detrazioni) non ci si perda nulla, e che lo stipendio sia almeno uguale a prima. Ma le aspettative sono sempre le stesse: spero di trovare qualcosa di piu’ di prima sulla busta paga.

Per sapere ora e subito di che morte dovremmo morire ci vuole un super esperto che sappia mettere insieme numeri e calcoli, come indicato sulla nuova circolare dell’Agenzia delle entrate di ieri 18-4-2022, che ora possiamo leggere qui sotto.

Da una prima lettura con occhi di persona poco esperta mi sembra di capire che vengano mantenute comunque le detrazioni (ma rimodulate); ma rimane difficile quantificare un conteggio personalizzato. Speriamo che tra il dare e l’avere venga almeno assicurato un importo uguale a prima, e non qualcosa in meno. Da quando tutto questo? Forse a partire dalla busta paga di marzo 2022.


AGENZIA DELLE ENTRATE
CIRCOLARE 4/E DEL 18-2-2022

OGGETTO: Articolo 1, commi da 2 a 8, della legge 30 dicembre 2021, n. 234 (legge di bilancio 2022) Tassazione Irpef e esclusione dall’Irap.

PREMESSA
Con la presente circolare si forniscono chiarimenti sull’articolo 1, commi da 2 a 8, della legge 30 dicembre 2021, n. 234 (a seguire legge di bilancio 2022)1, che a decorrere dal 1° gennaio 2022, al fine di ridurre la pressione fiscale, ha modificato il sistema di tassazione delle persone fisiche, in accordo con gli obiettivi generali di semplificazione e stimolo alla crescita economica e sociale.

L’intento della riforma è quello di garantire che sia rispettato il principio di progressività, attraverso la riduzione graduale delle aliquote medie effettive derivanti dall’applicazione dell’Imposta sul reddito delle persone fisiche (Irpef), con particolare riferimento ai contribuenti nella fascia di reddito oltre 28.000 euro e fino a 55.000 euro, e modificare la dinamica delle aliquote marginali effettive, eliminando alcune discontinuità.

Si prevede il riordino delle detrazioni dall’imposta lorda sul reddito delle persone fisiche, tenendo conto della loro finalità e dei loro effetti sull’equità e sull’efficienza dell’imposta, con lo scopo di contenere l’elusione fiscale.

Viene, inoltre, stabilito che l’imposta regionale sulle attività produttive (Irap) non è dovuta dalle persone fisiche esercenti attività commerciali e arti e professioni.

L’obiettivo finale è quello di incentivare l’offerta di lavoro e la partecipazione al mercato del lavoro, con particolare riferimento ai giovani e ai secondi percettori di reddito, nonché l’attività imprenditoriale e l’emersione degli imponibili.

Atteso che le modifiche al sistema di tassazione delle persone fisiche devono essere valutate complessivamente, tenendo conto anche delle nuove disposizioni vigenti in materia di assegno unico e universale spettante per i figli e di quelle riguardanti la detrazione fiscale ex articolo 12 del Testo unico delle imposte sui redditi (TUIR), approvato con decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917, nella presente circolare sono forniti i primi chiarimenti anche con riferimento a tali disposizioni.
1) Pubblicata nella Gazzetta Ufficiale del 31 dicembre 2021, n. 310.


Seguici in tempo reale sul nostro canale e gruppi/chat TELEGRAM - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

Visita la nostra pagina Facebook, metti un "LIKE" per rimanere aggiornato>>>

2 thoughts on “RIFORMA IRPEF, DETRAZIONI PER LAVORATORE DIPENDENTE E BUSTE PAGA. Tutto e’ pronto, si parte dalla busta paga di marzo 2022? PUBBLICATA LA CIRCOLARE DELL’AGENZIA DELLE ENTRATE DEL 18-2-2022”

  1. La domanda è sempre la stessa: hanno abolito la detrazione per figlio disabile minorenne a carico? Se così fosse, la tessera elettorale è già nella spazzatura.

  2. Da male in peggio, mesi e mesi di bombardamento giornalistico sulla riduzione dell’Irpef, che si deduce a qualche decina di euro, perequazione pensionistica non corrispondente alla vera inflazione e per giunta un aumento contrattuale dopo 3 anni dalla sua scadenza naturale e non ancora definitivamente concesso, anche questo un miserabile aumento che non basta ad integrare l’aumento di una sola bolletta mensile, grazie a quelli che rappresentano la categoria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.