ATTENZIONE, VISTI I COSTI ELEVATI, oggi va di moda anche la truffa del PELLET. Noi ne abbiamo individuata una. Ma sicuramente gia’ altre persone prima di noi lo avranno scoperto

Roma, 30 set 2022 – NON E’ MAI TROPPO TARDI PER CADERE IN QUALCHE TRUFFA. STIAMO ATTENTI SEMPRE. Oggi 30-9-2022 e’ difficile trovare del pellet a meno di 10 – 11 euro per 15 kg. E’ facile incappare nelle truffe tramite il web, con pagamento elettronico. Oggi ne abbiamo scovata una.

Vendono bancali di pellet sotto falso nome aziendale e ad un prezzo allettante, ma il pellet a casa non arrivera’ mai. Una truffa neanche realizzata molto bene. Ma come riconoscerli? Certo non e’ facile. Ma vediamo le incongruenze che abbiamo riscontrato noi:

1. Il sito web e’ stato realizzato nel mese di agosto 2022 (troppo nuovo per una azienda che dice di esistere da oltre 6 anni) e non e’ neanche realizzato molto bene. Alcune funzioni come la registrazione sembrano non funzionare. Molte funzioni sono scritte in inglese, anche se si riferisce ad una clientela prettamente italiana.

2. La ditta non ha un numero fisso dell’ufficio, ma soltanto due telefoni cellulari.

3. Hanno risposto al telefono anche dopo la chiusura lavorativa delle ore 19.30 (cosa molto improbabile che una azienda normale stia li a risponderti  anche dopo la chiusura).

4. Il bonifico da effettuare non e’ a nome dell’azienda ma è a nome di un privato.

5. L’invio del bancale di 70 sacchi che pesa circa 1.050 kg non prevede nessuna spesa di trasporto e su tutto il territorio nazionale.

6. Il costo del pellet – 1 sacco da 15 kg -, viene proposto in vendita a soli 5 euro per un totale a bancale di 350 euro per 70 sacchi. Prezzo veramente stracciato che risulta anche piu’ basso di quanto costava l’anno scorso 2021.

E per non bastare, abbiamo inviato un nostro collega che abita in zona a verificare l’esistenza della ditta. E guarda caso esiste la via, il nr. civico, il capannone, ma dentro ci lavora un’altra azienda seria, e che tra l’altro e’ a conoscenza della situazione che gli hanno creato.

In sostanza i truffaldini si sono sostituiti usando i dati aziendali di una precedente azienda seria che lavorava in quel capannone ma che da un po di tempo si e’ trasferita.

Quindi sul posto non c’e’ nessuno di questi truffaldini. Il collega una volta raggiunto il posto della presunta vendita ha chiamato il nr. del venditore e quando il truffaldino ha capito che il collega era li davanti all’azienda ha chiuso il telefono e lo ha bloccato.

La loro truffa si realizza sulla superficialita’ dell’acquirente nel pagare con bonifico un bene che non sa neanche se gli arrivera’ mai. Poi per chi si reca sul posto, dato che per dare piu’ credibilita’ alla truffa sul sito c’e’ il nome e indirizzo di un capannone esistente, sara’ un acquirente piu’ attento alle truffe e un truffato in meno.

A questo punto, a conclusione di tutto, il collega ha chiamato i Carabinieri di quella cittadina dove si sta realizzando la truffa, i quali gli hanno confermato che si tratta di una vera truffa, gia’ alla loro attenzione.

Se interessati a ulteriori info scrivere in redazione.

OCCHI APERTI!

 

 

 

Seguici in tempo reale sul nostro canale e gruppi/chat TELEGRAM - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

Visita la nostra pagina Facebook, metti un "LIKE" per rimanere aggiornato>>>

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.