Carabiniere prende a pugni il ladro che lo ha derubato del cellulare

Trieste, 14 gen 2018 – L’uomo accusato di aver malmenato il ladro che stava perquisendo. Un ex carabiniere in pensione, il 52enne Enrico Margani, è accusato di percosse e abuso d’ufficio. I fatti risalgono a circa due anni fa, quando Margani vestiva ancora la divisa ed era in servizio al Nucleo radiomobile del Comando provinciale di via dell’Istria. All’epoca dei fatti il militare si era recato, per una perquisizione, presso l’abitazione del 37enne Derin Kenneth, un individuo con precedenti penali e sottoposto a indagine. Il carabiniere riteneva che Derin gli avesse rubato il cellulare durante un accertamento in caserma. L’episodio è ancora da delineare con esattezza. Stando agli elementi raccolti, nel dicembre del 2015 il carabiniere intervenne con alcuni colleghi per sedare una lite in famiglia all’interno di un condominio  Continua a leggere

Pubblicato in Carabinieri, Cronaca | Lascia un commento

Ecco quante sono e cosa fanno le donne nelle Forze armate italiane

Roma, 14 gen 2018 – Le donne militari sono un moltiplicatore di forza e di efficacia. L’intervento di Isabella Rauti, giornalista e scrittrice, ufficiale dell’Esercito. Era il 1963 quando fu presentata la prima delle numerose proposte di legge per l’istituzione del servizio militare volontario femminile nelle Forze armate dello Stato. L’iter legislativo fu lungo e accidentato e vale la pena ricordare la fase sperimentale del 1992, con le prime “donne soldato” nell’Esercito italiano (caserma dei “Lancieri di Montebello” a Roma), un campione di 29 ragazze che svolgevano le normali attività militari di addestramento.  Continua a leggere

Pubblicato in Donna, Donne soldato | Lascia un commento

CARABINIERI / Un asilo… in caserma, la Pinotti posa la prima pietra

Genova, 14 gen 2018 – Si è tenuta poco prima delle 11 a Sturla, nella caserma Vittorio Veneto dei carabinieri in via Brigata Salerno, la cerimonia di posa della prima pietra dell’asilo che sarà realizzato all’interno della struttura.  Continua a leggere

Pubblicato in Asili nido in caserma | Lascia un commento

Truffa dei blindati e capitano suicida, cinque ufficiali accusati di peculato

 

Roma, 14 gen. 2018A processo ci sono militari dell’Esercito coinvolti nella fornitura di veicoli corazzati al contingente italiano in Afghanistan che non rispondevano ai requisiti di sicurezza. Per l’accusa Marco Callegaro sapeva e si è tolto la vita nel 2010. Suicida perché al corrente che alcuni suoi colleghi nell’Esercito si erano appropriati di 33 mila euro dopo aver inviato tre blindati in Afghanistan pur sapendo che i veicoli non avevano le dotazioni di sicurezza richieste da quello scenario. Per la procura militare è il motivo per cui il capitano Marco Callegaro si è sparato il 25 luglio 2010: sul banco degli imputati ci sono 5 ufficiali, sospettati di averlo istigato a suicidarsi (reato inesistente nel diritto penale militare) e ora accusati di peculato aggravato.  Continua a leggere

Pubblicato in Cronaca, Esercito Italiano | Lascia un commento

Morto il generale Castagnetti, ex capo di stato maggiore esercito: aveva 73 anni

Roma, 14 gen 2018 – di Biagio Chiariello. Aveva 73 anni e stava lavorando nei pressi della sua abitazione a Veleia (Lugagnano), quando sarebbe stato colpito da un arresto cardiaco. Era stato capo di Stato maggiore dell’esercito dal settembre 2007 al settembre del 2009. Il generale Fabrizio Castagnetti, 73enne ex capo di stato maggiore dell’esercito italiano, è scomparso nel pomeriggio nella sua abitazione a Velleia, nel Piacentino. L’alto ufficiale era al lavoro in un campo quando si è accasciato, probabilmente colpito da un  malore. Inutile i tentativi di soccorso da parte del personale del 118, giunto sul luogo della chiamata a bordo dell’eliambulanza di Parma e dell’ambulanza infermieristica dell’ospedale di Fiorenzuola.  Continua a leggere

Pubblicato in Cronaca | Lascia un commento

Sicurezza e difesa, la trattativa per il rinnovo va a rilento

Roma, 14 gen 2018 – Dopo l’incontro dell’11 gennaio, Fp e Silp Cgil esprimono preoccupazione: “Mancano dati e proiezioni su cui ipotizzare la destinazione e la ricaduta delle risorse su parte fissa e accessoria. Servono tempi certi.” Nuovo round mercoledì 17 gennaio. Preoccupazione per i ritardi con cui si sta svolgendo la trattativa e la mancanza di dati e proiezioni su cui ipotizzare la destinazione e la ricaduta delle risorse su parte fissa e accessoria. La esprimono Fp e Silp Cgil, commentando l’andamento della trattativa per il rinnovo del contratto Sicurezza e Difesa all’indomani del tavolo tecnico tra sindacati e governo. Nell’incontro, fanno sapere i sindacati, “la parte pubblica, che ha rinviato per due volte il prefissato incontro del 9 gennaio, si è presentata senza aver preventivamente fornito alle rappresentanze e ai sindacati dati e tabelle sulla destinazione delle risorse a disposizione”.  Continua a leggere

Pubblicato in 1. Rinnovo contratto lavoro - Stato dell'arte | Lascia un commento

Un oceano di soldi e le accuse delle procure. L’ammiraglio De Giorgi nella bufera: “Ecco la mia verità”

Roma, 13 gen 2018 – I rapporti con Renzi e la Pinotti, le accuse della procura della Corte dei Conti, l’inchiesta Tempa Rossa. Per la prima volta l’ammiraglio rompe il silenzio e decide di raccontare la sua versione. “Supererò anche questa tempesta”. di Paolo Salvatore Orrù. “Il mare insegna ai marinai sogni che i porti assassinano” (Bernard Giraudeau, scrittore). L’ex capo di stato maggiore della Marina Militare, Giuseppe De Giorgi, ha cavalcato con successo gli Oceani, rispettato dai colleghi di tutte le Marine, ha dovuto fare fronte a qualche burrasca giudiziaria in Patria. Eppure, leggendo il suo curriculum, si scopre che ha fatto riaprire le basi storiche della Marina (per poter fronteggiare con più raziocinio le minacce asimmetriche), ha ripensato e comandato le operazioni Mare Nostrum, Norman Atlantic, Mare Sicuro, Periplo dell’Africa del 30° Gruppo navale. Con lui in plancia la Marina Militare, ha collaborato con la società civile e migliorato il naviglio. Azioni che, oggettivamente, lo confermano anche le attestazioni di stima degli osservatori internazionali, hanno reso più moderna la nostra arma.  Continua a leggere

Pubblicato in Marina Militare | Lascia un commento

Ufo, quattro casi segnalati dallʼAeronautica militare nel 2016

Roma, 14 gen 2018 – Tre segnalazioni arrivano dal Veneto, una dallʼEmilia Romagna. Lʼindagine tecnica ha lo scopo di garantire la sicurezza del volo. L’Aeronautica militare ha segnalato quattro avvistamenti di Ufo nel 2016, tre in Veneto e uno in Emilia Romagna. L’indagine tecnica fatta in merito ha lo scopo di garantire la sicurezza del volo e quella nazionale: nei casi in cui un oggetto misterioso intercettato non sia un pallone sonda, un aereo tracciato dai radar o un fenomeno noto, è classificato come Ufo. “Significa che non c’è una giustificazione tecnica o naturale”, precisano all’Aeronautica. L’Aeronautica militare, organismo istituzionalmente incaricato di raccogliere le segnalazioni di Ovni (Oggetti volanti non identificati), non ha ancora reso noto i casi del 2017.  Continua a leggere

Pubblicato in Ufo | Lascia un commento

Operation Smile Italia e Ministero Difesa per “donare il sorriso” a tre bambini libici affetti da malformazioni al volto

Roma, 13 gen. 2018 – Sono tre i bambini libici operati oggi con successo al Policlinico Militare Celio dal team di volontari italiani della Fondazione in collaborazione con la componente sanitaria militare dell’Esercito e della Marina Militare. I piccoli ritornano a Roma per completare la ricostruzione del palato; insieme a loro è arrivato un terzo paziente, una bambina, anch’essa nata con labiopalatoschisi bilaterale completa, già operata in un ospedale in Libia. I piccoli, giunti in Italia con volo militare messo a Continua a leggere

Pubblicato in News | Lascia un commento

SIULP, SINDACATO POLIZIA / Rinnovo Contratto: Importanti segnali da parte del Governo. Esito Riunione Tecnica dell’11.01.2018

Roma, 14 gen 2018 – PER IL SIULP: SUBITO I SOLDI. Secondo il SIULP, tra riordino e contratto i poliziotti porterebbero a casa circa 100 euro netti al mese. (Ndr. Secondo noi della redazione, e’ un po’ poco per due provvedimenti, considerando che abbiamo perso il bonus sicurezza di 80 euro netti, il guadagno, dopo 8 anni di stop sara’ poco meno di 20 euro al mese). Segue intervento del Sindacato. L’incontro dell’altro eri (11.1) a Palazzo Vidoni tra la delegazione pubblica guidata dal Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Angelo Rughetti, i sindacati e le rappresentanze del Comparto Sicurezza e Difesa, è stato caratterizzato da un accordo che prevede l’immediata disponibilita’ della parte economica del Contratto e la previsione di un cronoprogramma per la parte normativa, a condizione che siano accolte le modifiche che le scriventi O.S hanno precisato durante l’incontro che ha poi determinato l’assunzione di precisi impegni della parte pubblica. In un quadro politico quanto mai incerto, dopo un attesa di quasi un decennio in cui la categoria ha visto una cospicua perdita di potere di acquisto dei salari, nella costanza degli effetti di una delle crisi economiche più rilevanti per il nostro paese, nell’odierno confronto consideriamo imprescindibile rendere immediatamente disponibili per i colleghi le risorse stanziate con la legge di stabilità.  Continua a leggere

Pubblicato in 1. Rinnovo contratto lavoro - Stato dell'arte | Lascia un commento

Aumentano le somme pignorabili sugli stipendi

Roma, 13 gen 2018 – Meno contante per controllare meglio i cittadini e recuperare piu’ facilmente somme pignorate. Il rischio per chi ha debiti nel momento in cui la retribuzione viene accreditata direttamente sul conto corrente bancario o postale. Dal 1° luglio 2018 lo stipendio, qualsiasi sia l’importo, si può riscuotere solo in banca o comunque con modalità che escludano l’uso dei contanti (ad esempio con assegno). Chi vorrà prendere i soldi della busta paga, dovrà quindi rivolgersi prima allo sportello. Ma quali effetti comporterà questa riforma su chi ha debiti, con privati o con l’Agenzia delle Entrate Riscossione, e teme un pignoramento del conto corrente?  Continua a leggere

Pubblicato in Debiti, Stipendi | Lascia un commento

Due bambini libici operati al volto dai medici militari al Celio

Roma, 13 gen 2018 – Sono stati operati con successo, al Policlinico militare Celio, tre bambini libici affetti da malformazioni al volto, giunti in Italia con volo militare messo a disposizione dall’Aeronautica e segnalati dalla Task Force medica italiana presente a Misurata nell’ambito dell’intervento di carattere umanitario “Operazione Ippocrate”.  Continua a leggere

Pubblicato in Celio Ospedale Militare Roma, Sanita militare | Lascia un commento

Manovra 2018, norme scarne sul personale e rebus Ria

Roma 15 gen. 2018 – (di Stefano Simonetti) – Nella legge 205/2017 (legge di Bilancio per il 2018) i riferimenti al pubblico impiego sono quanto di più scarno e semplice si sia visto negli ultimi anni. In pratica soltanto nei commi 679 e 681-683 si prevedono disposizioni su “politiche invariate”, cioè il completamento della copertura finanziaria per i rinnovi contrattuali (in particolare i commi 682 e 683 riguardano la Sanità ma non risolvono per nulla il problema della disponibilità reale del finanziamento).  Continua a leggere

Pubblicato in News | Lascia un commento

Rinnovo contratto di lavoro 2016/2018. Avvio della concertazione. Dal COCER GDF

Roma, 15 gen 2018 – IL PUNTO DI VISTA E LE RIVENDICAZIONI DEL COCER GUARDIA DI FINANZA, DOPO L’INCONTRO DELL’11 GENNAIO U.S.. Il COCER Guardia di Finanza rileva come le risorse attualmente messe a disposizione per il rinnovo contrattuale siano assolutamente insufficienti per consentire il recupero del potere di acquisto perso dalle retribuzioni a seguito del prolungato blocco delle dinamiche contrattuali, nonché per consentire l’adeguamento, ai prezzi correnti, di numerose prestazioni inerenti il rapporto di lavoro (si pensi ai rimborsi spese per i pasti), o la rivalutazione di indennità accessorie il cui importo ancora è quello fissato molti anni fa. Ne consegue che la totalità delle risorse a disposizione deve essere necessariamente utilizzata, urgentemente in questa sessione, per rivalutare la componente fissa e pensionabile della retribuzione.  Continua a leggere

Pubblicato in 1. Rinnovo contratto lavoro - Stato dell'arte | Lascia un commento

Verso la chiusura il contratto di polizia e forze armate. Nella Pa una media di aumenti da 59 a 103 euro. Da domani i tavoli su scuola, sanità ed enti locali. Il 17/1 tornano in aula poliziotti e militari. In attesa del rinnovo 2,8 milioni di statali

Roma, 14 gen 2018 – IL CONTRATTO RIGUARDA IL: PERSONALE MILITARE, CARABINIERI, POLIZIA DI STATO, GUARDIA DI FINANZA, VIGILI DEL FUOCO, POLIZIA PENITENZIARIA. INTERESSATI AL RINNOVO DEL CONTRATTO: 528 MILA PERSONE. AUMENTI MEDI DI 103 EURO LORDI MESE, SECONDO IL SOLE 24 ORE. L’accordo sui nuovi contratti degli statali firmato l’antivigilia di Natale sta provando la corsa al ministero dell’Economia e in Corte dei conti per ottenere il via libera definitivo e portare i soldi in busta paga a fine febbraio. Giusto in tempo per le elezioni. Per le forze armate e di sicurezza l’architettura dei fondi per i contratti è definita. Il prossimo incontro per le FF.AA. e FF.PP. è previsto per il 17 gennaio 2018. A guardare i numeri, però, sul piano nazionale il traguardo è poco più che simbolico: tra ministeri, agenzie fiscali ed enti pubblici nazionali, quel contratto interessa 270mila dipendenti. Sono 2,8 milioni, invece, le persone che lavorano negli altri settori del pubblico impiego: e le trattative che li riguardano entrano nel vivo da domani. I più vicini all’intesa appaiono forze dell’ordine, polizia e vigili del fuoco, i cui tavoli tecnici hanno lavorato a pieno ritmo nei giorni scorsi e potrebbero arrivare all’accordo in settimana. L’articolo continua all’interno con domande e risposte.  Continua a leggere

Pubblicato in 1. Rinnovo contratto lavoro - Stato dell'arte | 1 commento

Pensioni Militari, requisiti per uscita dal 2018 del comparto sicurezza

Roma, 18 dic 2018 – Di IOLANDA PICCIRILLO. La pensione 2018 del comparto difesa e sicurezza spetta in presenza di requisiti di legge. Può variare, anche in base al grado del dipendente. Inoltre ricordiamo che i militari possono accedere anche alle pensioni privilegiate. Vediamo come fare nella nostra breve guida.  Continua a leggere

Pubblicato in Pensioni | Lascia un commento

“Pensioni militari: arruolati 1981-1982-1983 e applicazione beneficio dell’art 54 TU 1092/1973″.

Fonte foto e articolo: anpsarezzo.it
Roma, 13 gen 2018 – Sentenza Corte dei Conti Sardegna n. 2/2018 del 4.1.2018 – Prima conferma giurisprudenziale sull’applicazione dell’Articolo 54 TU 1092/1973. La Corte dei Conti Sardegna con la sentenza n. 2/2018 depositata lo scorso 4 Gennaio ha finalmente confermato in via giurisprudenziale l’applicabilità dell’art. 54 TU 1092/1973 ai militari che alla data del 31.12.1995 avevano maturato almeno 15 anni di servizio utile, corroborando così la validità delle tesi sostenute nel nostro articolo “Pensioni militari: arruolati 1981-1982-1983 e applicazione dell’art 54 TU 1092/1973″.  Continua a leggere

Pubblicato in Pensioni | 1 commento

Vigili del fuoco, nelle caserme si torna a cucinare

Firenze, 13 gen 2018 – Vigili del Fuoco, piu’ dignita’ a pranzo  e cena. Addio pasti preconfezionati, nei distaccamenti delle Caserme dei Vigili del Fuoco della Toscana si torna a cucinare: al 31 dicembre scorso le 15 lavoratrici (più 10 contratti a termine arrivati a scadenza) dell’appalto della ristorazione erano state licenziate, non riassunte dalla Ri.ca, la nuova azienda vincitrice del bando che prevedeva che nei distaccamenti non venisse più preparato il vitto per i lavoratori del Corpo dei Vigili del Fuoco.  Continua a leggere

Pubblicato in Vigili del Fuoco | Lascia un commento

CONTRATTO / Militari e Poliziotti / ARTICOLO E AUDIO intervento tavolo Governo / Chi si occupa della nostra sicurezza per il governo vale 44 euro: poco più di una pizza al mese

Roma, 13 gen 2018 – Ecco tutte le proposte di aumento per forze armate e polizia durante l’ultimo tavolo. Lo apprendiamo dal CO.CE.R. della Marina Militare, il quale ci risulta piu’ efficente di altri. Segue articolo di approfondimento. Dopo 8 anni che il Comparto Sicurezza/Difesa non riceve aumenti, il Governo vuole liquidare la “stagione contrattuale” 2016-2018 con un aumento di circa 44 euro medi netti. Dopo il primo incontro tecnico avvenuto lo scorso 11 gennaio tra sindacati delle forze di Polizia, Cocer dei militari e i rappresentanti di parte pubblica con a capo il sottosegretario Rughetti, sarebbe emersa una volontà tutt’altro che unanime di rinunciare alla contrattazione normativa e limitarsi a quella economica. A questo genere di metodo, infatti, i Cocer Carabinieri, Marina e Aeronautica non ci stanno. D’accordo anche le sigle sindacali come il SAP, il Consap il Coisp, l’Ugl Polizia e il Silp. La parte economica, infatti, dovrebbe concretizzarsi nell’assegnare il 90% agli assegni fissi e pensionabili (parametri e assegni pensionabili) e il 10% all’assegno accessorio denominato Fesi (una sorta di premio incentivante). Il tutto si è concluso con una battuta di arresto e la trattativa è stata rinviata a mercoledì prossimo. ALL’INTERNO DISPONIBILE ANCHE L’AUDIO DEL DELEGATO COCER. Continua a leggere

Pubblicato in 1. Rinnovo contratto lavoro - Stato dell'arte | Lascia un commento

Roma, paura a via Veneto: jeep dell’esercito sbanda per evitare un’auto, finisce sul marciapiede e abbatte tre alberi

Roma, 13 gen 2018 – Tragedia sfiorata sabato mattina in via Bissolati, dietro la centralissima e storica via Veneto. Una jeep dell’Esercito, per evitare una vettura che ha svoltato in via di San Basilio senza dare la precedenza, ha sbandato e urtato contro dei cartelloni pubblicitari. Continua a leggere

Pubblicato in 1. Rinnovo contratto lavoro - Stato dell'arte | Lascia un commento

Assegnazione temporanea militari: la tutela del minore prevale sugli interessi dell’amministrazione?

Roma, 13 gen 2018Il pensiero del Tribunale Regionale di Giustizia Amministrativa di Trento, tratto dalla sentenza n. 206 del 14.04.2016. Avv. Francesco Pandolfi – L’ordinamento giuridico appresta una specifica tutela anche per i militari che siano genitori di figli fino a tre anni.. La norma. La norma dice espressamente che il genitore con figli minori fino a tre anni dipendente di amministrazioni pubbliche di cui all’art. 1 comma 2 d. lgs. n. 165/01 e successive modificazioni può essere assegnato, a richiesta, anche in modo frazionato e per un periodo complessivamente superiore a tre anni, ad una sede di servizio ubicata nella stessa Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Incidente sull’elicottero: escono di scena sei militari. Morte di Schettini, il gip accoglie la richiesta

Roma, 13 gen 2018 – L’INCHIESTA. Resta da definire una sola posizione. Alessandro Schettini, elicotterista ostunese di 32 anni, precipitato da un velivolo Sh90 della Marina militare di stanza nella base militare di Grottaglie morì, durante una esercitazione nel marzo dell’anno scorso, per una errata manovra. E non tutte le persone originariamente indagate ebbero un ruolo in quell’errore fatale. Continua a leggere

Pubblicato in 1. Rinnovo contratto lavoro - Stato dell'arte | Lascia un commento

Argomenti sul forum www.militari.info

Roma, 13 gen. 2018 – Gli ultimi argomenti attivi sul forum www.militari.info – iscriviti e partecipa anche tu.

Pubblicato in News | Lascia un commento

Libia e Tunisia sulle missioni il voto in aula. Camera convocata per il 17 gennaio; al Senato il sì forse in commissione

Roma, 13 gen 2018 – Con le Camere sciolte dal presidente della Repubblica, arrivera’ comunque il voto per le missioni. Il 17 gennaio si vota. Sarà l’aula della Camera a pronunciarsi sul rinnovo delle missioni internazionali attualmente in corso e sull’’autorizzazione dei nuovi impegni in Africa. Lo ha stabilito ieri la conferenza dei capigruppo. Il voto si svolgerà a Montecitorio il 17 gennaio alle 16. Ma già in mattinata è previsto l’esame dei provvedimenti. Continua a leggere

Pubblicato in 1. Rinnovo contratto lavoro - Stato dell'arte | Lascia un commento

Forze dell’Ordine, arriva il Taser? Ecco il modello scelto per la sperimentazione

Roma, 13 gen. 2018L’Arma dei Carabinieri ha scelto il modello di Taser da utilizzare per la fase di sperimentazione. Così si spera di ridurre le aggressioni. Importanti novità per le Forze dell’Ordine: l’Ufficio Operazioni dell’Arma dei Carabinieri ha scelto il modello di Taser che verrà utilizzato per la fase sperimentale. Uno strumento fondamentale per ridurre gli interventi corpo a corpo, per garantire una maggiore incolumità alle Forze dell’Ordine che hanno bisogno di fermare una persona che si rivela particolarmente violenta. Da anni il personale delle Forze Armate chiede all’amministrazione di permettere l’utilizzo del Taser per ridurre le aggressioni in cui ogni giorno vengono coinvolti poliziotti, carabinieri e militari. Continua a leggere

Pubblicato in News | Lascia un commento

Genova / Movida violenta, accoltellato carabiniere in congedo

Roma, 13 gen. 2018 – Movida violenta a Genova. La scorsa notte è stato accoltellato un carabiniere in congedo che insieme a un collega controllava il varco di accesso di salita Pollaiuoli. Poteva anche morire. Secondo le testimonianze, per fortuna la lama si è piantata in una stecca interna della giacca della divisa. Il preoccupante episodio è avvenuto intorno alle 3. Nella calca delle persone presenti qualcuno ha estratto il coltello e ha colpito all’addome l’ex carabiniere. Sul posto sono intervenuti gli agenti delle volanti della questura, ma l’accoltellatore non sarebbe stato ancora acchiappato. Il ferito è stato trasportato da un’ambulanza del 118 al pronto soccorso del Galliera in stato di forte choc e non versa in gravi condizioni. Non è affatto la prima volta che si registrano risse, Continua a leggere

Pubblicato in Cronaca | Lascia un commento

Morì a Kabul: strada intitolata al soldato Randino

Roma, 13 gen. 2018 – Morì a Kabul nell’attentato del 2009 ad un mezzo militare italiano: una strada di Sarno porterà il nome del Caporal Maggiore Massimiliano Randino. L’amministrazione Canfora ha deciso di intitolare una strada comunale, II traversa Piave, al Caporal Maggiore Massimiliano Randino, della Brigata paracadutisti “Folgore”, morto nell’attentato a Kabul, in Afghanistan, il 17 settembre 2009. Insignito della “Croce d’onore alla memoria” dal Presidente della Repubblica il 23 dicembre 2009, Randino, durante un’attività di scorta, rimase ucciso nell’esplosione di un ordigno che investì il veicolo militare sul quale viaggiava insieme ad altri colleghi. Insieme a lui morirono anche il tenente Antonio Fortunato, originario di Lagonegro (Potenza); il  Continua a leggere

Pubblicato in Esercito Italiano | Lascia un commento

Navi e aerei senza pilota pattuglieranno il mare

Roma, 13 gen. 2018 – Parte il primo progetto militare europeo. OCEAN2020 porterà robot in acqua e in cielo a dialogare tra di loro per una grande esercitazione nel Mediterraneo nel 2019. Ci sono anche Leonardo e il Centre for maritime research & experimentatio con sede alla Spezia al centro del più importante progetto del primo bando di gara nel settore difesa emanato dall’Unione Europea. Si tratta di OCEAN2020 e nasce nell’ambito del programma Preparatory action on defence research, la cui selezione è stata condotta dall’Agenzia Europea della Difesa su base competitiva e sarà perfezionata in forma contrattuale nelle prossime settimane. Il team del progetto di ricerca militare, Continua a leggere

Pubblicato in News | Lascia un commento

Rinnovo contratto. Questa la posizione dei Sindacati COISP – CONSAP E UGL-FSP: da contratto subito a contratto subito!

Roma, 12 gen 2018 – Secondo i Sindacati, e’un oltraggio alla dignita’ professionale dei poliziotti e militari. Il rinnovo del contratto di lavoro per il personale di un Comparto cosi’ strategico per la tenuta democratica e la convivenza civile del Paese non puo’ e non dovrebbe mai essere assoggettato a finalita’ propagandistiche pre-elettorali. Cosi il comunicato stampa dei Sindacato. SEGUE. Continua a leggere

Pubblicato in 1. Rinnovo contratto lavoro - Stato dell'arte | 1 commento

CURIOSITA’ / Vi è un posto di confine, tra India e Pakistan, che si chiama Wagah…

Roma 12 gen. 2018 – Vi è un posto di confine, tra India e Pakistan, che si chiama Wagah. Ogni mattina il cancello di confine viene aperto e richiuso la sera. Ecco come si guardano i militari addetti all’apertura e chiusura del cancello. E adesso capite i nostri poveri Marò…..

Pubblicato in Estero | Lascia un commento

Soccorsi Rigopiano, perché non sono stati utilizzati gli elicotteri militari?

Roma, 12 gen. 2018 –  Inchiesta del Tg3: chi doveva richiedere quei mezzi? I soccorsi arrivarono dopo oltre 12 ore dalla tragedia. Perché il 18 gennaio, a Farindola, per trarre in salvo gli ospiti dell’hotel Rigopiano, sepolti da una valanga non vennero impiegati elicotteri “ogni tempo” dell’esercito o dei reparti “search and rescue” dell’aeronautica militare? Si tratta di mezzi all’avanguardia supertecnologici e costosissimi capaci di muoversi anche di notte e a temperature proibitive. Proprio come quelle che c’erano quella burrascosa e tragica notte nella zona di Farindola. Continua a leggere

Pubblicato in Aeronautica Militare, Cronaca | Lascia un commento

Marina Militare sempre vicina alla collettivita’: a La Spezia e a Taranto i primi trattamenti in camera iperbarica del 2018

Roma, 12 gen. 2018 – I primi giorni del nuovo anno per la Marina Militare si sono aperti, oltre che nel segno dell’impegno operativo, anche in quello del servizio alla collettività.  Sono state infatti attivate le camere iperbariche del Centro Ospedaliero Militare di Taranto e del Comando Subacquei ed Incursori di La Spezia per il trattamento di pazienti civili affetti da particolari patologie. A Taranto il 5 gennaio, una coppia di anziani coniugi affetti da intossicazione acuta da monossido di carbonio è stata sottoposta ad un trattamento di ossigenoterapia iperbarica (O.T.I.) in emergenza. La richiesta di intervento ha determinato l’attivazione del team composto da personale sanitario, subacqueo e tecnico della Marina Militare in piena Continua a leggere

Pubblicato in Marina Militare | Lascia un commento

Aosta, trovati dei resti umani nell’area addestrativa militare di Saumont

Roma, 12 gen. 2018 – Si tratta di un cranio e di un femore, oltre ad altre parti che non è possibile identificare compiutamente, anche perché non recenti. Il rinvenimento ieri pomeriggio, da parte di unità militari attive in zona. Indagano i Carabinieri. Accertamenti sono in corso, da parte dei Carabinieri del Nucleo Investigativo di Aosta, dopo il ritrovamento di alcuni resti umani, avvenuto in regione Saumont, nel capoluogo regionale. Si tratta di ossa: segnatamente un cranio ed un femore, oltre ad altre parti che non è possibile identificare compiutamente, anche perché ritenute non recenti. I resti erano nell’area addestrativa utilizzata dall’Esercito, oltre la Continua a leggere

Pubblicato in Cronaca, Esercito Italiano, News | Lascia un commento

NUOVO CONTRATTO LAVORO MILITARI. Tante ipotesi sul contratto, ma con quali risorse? Il punto di vista del delegato Nazionale del CO.CE.R. (Cat. GRADUATI) Girolamo FOTI.

Roma, 12 gen 2018 – Il punto di vista di Girolamo FOTI (Delegato naz. COCER GRADUATI). I sindacati della Polizia di Stato e il Co.Ce.R. delle Forze Armate hanno chiesto con insistenza, in occasione dell’incontro di ieri 11/1, le tabelle economiche e parte normativa per avviare le trattative del rinnovo del contratto di lavoro per il triennioo 2016/18. Tabelle che ancora non sono disponibili e accessibili per i delegati e sindacalisti. Dalla discussione di ieri e’ emerso che i Sindacati di Polizia vogliono chiudere subito il contratto e poi successivamente discutere la parte normativa, pagando il personale subito e invece la Rappresentanza Militare (COCER) vuole firmare subito entrambi i contratti economico e normativo. SEGUE. Continua a leggere

Pubblicato in 1. Rinnovo contratto lavoro - Stato dell'arte | Lascia un commento

CONTRATTO DI LAVORO. A CHE PUNTO STA IL RINNOVO? E’ FERMO A 82 EURO LORDI…

Ansa

Roma, 12 gen 2018 – RINVIATO TUTTO A MERCOLEDI PROSSIMO 17 GENNAIO. Il Governo non mette sul tavolo ulteriori risorse economiche. Tergiversa e addirittura non ha neanche consegnato le tabelle con i dati economici dei possibili aumenti e arretrati. Delusi Sindacati e COCER. Addirittura erano piu’ ottimistiche le cifre fatte girare ad arte sui giornati e tv, per abbonire sicuramente l’opinione pubblica e rassicurare il personale che indossa la divisa, di ogni ordine e grado. I Giornali e tv le hanno sparate grosse, ma come addetti ai lavori sappiamo come funziona.. Le sparano grosse pubblicamente ma poi si presentano con le briciole in fase di contrattazione. SEGUE breve resoconto dell’incontro di ieri, da parte di un noto Sindacalista della Polizia. Continua a leggere

Pubblicato in 1. Rinnovo contratto lavoro - Stato dell'arte | Lascia un commento

News / Rinnovo contratto / Forze armate: governo tenta blitz pre-elettorale. Ma il Cocer fa saltare il tavolo. La maggioranza ha fretta di chiudere per provare a portare a casa un risultato in questa legislatura

Roma, 12 gen 2018 – RINNOVO CONTRATTO. INCONTRO RINVIATO A MERCOLEDI PROSSIMO 17 GENNAIO. SI DISCUTE DI 88 EURO LORDI E 650 EURO LORDI DI ARRETRATI UNA TANTUM. E’ QUESTA LA PORTATA DEL RINNOVO DEL CONTRATTO DEI MILITARI E POLIZIOTTI / Poca chiarezza su aumenti e contratti / RESOCONTO GIORNATA DI IERI 11/1. IL PUNTO DI VISTA DI UN DELEGATO DI LUNGO CORSO DEL CO.CE.R.. Un blitz pre-elettorale per tentare di raggranellare qualche voto. La tecnica è sempre la stessa e i presunti beneficiari sempre le forze armate che, anche questa volta, il governo tenta di blandire regalando quattro spiccioli. Dopo anni di attesa per il rinnovo del contratto e a distanza di quasi 6 mesi dall’apertura del tavolo per la concertazione, adesso Continua a leggere

Pubblicato in 1. Rinnovo contratto lavoro - Stato dell'arte | Lascia un commento

Morto soldato calabrese sopravvissuto a strage Cefalonia

Salme di militari italiani sottoposti ad esecuzione sommaria il 22 settembre 1943 nella strage di Cefalonia.

Roma 11 gen. 2018 – E’ morto oggi, all’età di 94 anni, Gaetano Renda, soldato del 17mo reggimento di fanteria “Acqui” dell’esercito italiano durante l’ultimo conflitto mondiale, sopravvissuto alla strage di Cefalonia, l’isola greca in cui i soldati del Regio Esercito, dopo la firma dell’armistizio dell’8 settembre del 1943, furono attaccati dai soldati tedeschi per il loro rifiuto di consegnare le armi. Fu uno degli episodi più bui della seconda guerra mondiale.
Renda, nato a Sambiase (Cz), uno dei Comuni coonfluiti nell’odierna Lamezia Terme, lo scorso 2 giugno ebbe la medaglia d’onore concessa dallo Stato ai cittadini italiani deportati nei lager nazisti. A rendere nota la notizia della scomparsa di Renda è stato lo storico Mario Saccà, che nel 2012 lo aveva Continua a leggere

Pubblicato in News | Lascia un commento

Il Presidente della Federazione Italiana Scherma incontra i gruppi sportivi militari

Roma, 11 gen. 2018 – “Sinergia e collaborazione sono credenziali straordinarie del rapporto tra la scherma italiana ed il mondo sportivo militare”. Con queste parole il Presidente della Federazione Italiana Scherma, Giorgio Scarso, ha esordito nel corso dell’incontro con i vertici e rappresentanti dei Gruppi sportivi militari e Corpi civili dello Stato, svoltosi questo giovedi a Roma. “Tra le nostre realtà – ha detto ancora Scarso – c’è un Continua a leggere

Pubblicato in News | Lascia un commento

La prima battaglia della Difesa Europea sarà con la NATO – intervista al Prof. Salvatore Aloisio

Roma, 11 gen. 2018 – Come la difesa europea si svilupperà rispetto al rapporto con la NATO? Intervista al Prof. Salvatore Aloisio dell’Accademia Militare di Modena. (di Stefano Cavedagna). Negli ultimi due mesi si è riaperto con intensità il dibattito sulla possibilità di creare un esercito europeo all’interno del meccanismo di difesa comune tra i Paesi dell’Unione. Merito di questo salto in avanti è stata l’istituzione della Cooperazione Strutturata permanente sulla difesa PeSCo attivata da una larga maggioranza di Paesi dell’UE. Si tratterebbe di uno sforzo per organizzare e monitorare gli investimenti nella difesa di ciascuno Stato membro, arrivare allo sviluppo di tecnologie comuni, fino persino alla partecipazione Continua a leggere

Pubblicato in Difesa | Lascia un commento

Morte ispettore di Polizia Raciti: semilibertà per Micale. Parla la vedova: “Questa è un’ingiustizia”

Catania, 13 gen 2018 – Dopo la concessione della semilibertà a Daniele Micale, uno dei due ultrà del Catania ritenuti responsabili della morte dell’ispettore di Polizia Filippo Raciti; Marisa Grasso, vedova del poliziotto, si è espressa con amarezza. Marisa si sente sconfitta, sente di aver subito un torno, un’ingiustizia, perché chi è condannato deve scontare tutta la pena“. La vedova dice di accettare la decisione dei giudici perché questa è la legge, ma, ammette: “Non è giusto”. Micale, infatti, è stato condannato a 11 anni di reclusione per omicidio preterintenzionale nel novembre del 2012 e ha un residuo pena di meno di 4 anni. I difensori, gli avvocati Eugenio De Luca e Matteo Bonaccorsi hanno chiesto per il 30enne la semilibertà nell’ottica “del graduale reinserimento sociale” al fine di consentire a Micale di “svolgere attività lavorativa come dipendente” di un supermercato.  Continua a leggere

Pubblicato in Cronaca | Lascia un commento