NUOVO GOVERNO / NESSUNA SOMMOSSA DI PIAZZA, NESSUNA MANIFESTAZIONE. Gli italiani hanno voglia di avere un Governo ed essere governati. Il Segretario del PD apre ad un nuovo Governo. Ora l’attesa di un eventuale incarico a CONTE da parte del Presidente della Repubblica MATTARELLA

Roma, 28 ago 2019 – GRAZIE ALLA LEGA, IL PD RITORNA ALLA GRANDE E DA PROTAGONISTA AL GOVERNO INSIEME AL MOVIMENTO 5 STELLE. Zingaretti: “Non è staffetta, ma una nuova sfida”. Quindi salvo ulteriori STOP, il Presidente del Consiglio Conte, che sara’ molto probabilmente incaricato al piu’ presto,  dovrebbe riuscire ad avere la fiducia del Parlamento e governare fino al 2023. Da qui al 2023 ci sono molte cose da fare: il prossimo anno ci saranno da rinnovare piu’ di 400 incarichi pubblici; nel 2022 ci sara’ da eleggere il nuovo presidente della Repubblica. Si partira’ subito con la legge finanziaria per il 2020, compreso il blocco dell’aumento dell’IVA e si riprenderanno in mano tutti i provvedimenti rimasti fermi in questo periodo di crisi. Per il personale militare non dovrebbe cambiare molto, anche perche’ di provvedimenti strabilianti in atto non ce ne sono: si dovra’ discutere il rinnovo del contratto di lavoro 2019/21; la coda contrattuale 2016/18, il correttivo al riordino dei gradi del 2017; la legge sui nuovi sindacati/associazioni militari. Sono cose queste ormai a buon punto e non dovrebbero esserci problemi per il loro conseguimento.

La Lega, purtroppo, ha deciso di gettare la spugna, e come sembra, voleva concretizzare cosi’ i voti promessi nei sondaggi dagli Italiani. Ma la politica e’ tutto e il contrario di tutto: se la sono detta di tutti i colori, ma alla fine, come sempre succede, si sono accordati per governare. Gli interessi erano troppi per rischiare di fare vincere la Lega con il Centro destra. In fondo sono due legislature che il centro destra perde: ha perso nel 2014 e nel 2018. E ora che la Lega, nonostante aveva perso le elezioni nel 2018, miracolosamente saltata a cavallo, ha deciso di scendere e rinunciare a tutto. Ora ci sono tre lunghi anni e  mezzo di legislatura. Puo’ ancora succedere di tutto lungo questo cammino, anche una nuova rottura di governo. Sara’ comunque un periodo che servira’ per ricompattare tutti i partiti e ripresentarsi alle prossime elezioni piu’ in forma di oggi.

A volte i SOCIAL, e la notorieta’ possono farci ubriacare la testa, ma cio’ che conta poi e’ la realta’ delle cose. I piedi per terra valevano ieri come oggi. E non si vedono neanche le tante manifestazioni di massa paventate da alcuni politici. Se ci riescono, si e no, ci portano solo i loro militanti. Ma si sa, i militanti anche se irriducibili, sono sempre pochi, rispetto alla massa del 60 milioni di cittadini.  Gli Italiani sono persone concrete, lavoratori ed hanno il diritto di essere governati. Strapparsi le vesti non servirebbe a nulla e infatti nessuno si strappa nulla. 

 

Resta in contatto con noi. Ricevi le news del sito sul tuo smartphone in tempo reale. Scarica da Play Store l'app TELEGRAM, cerca il canale "Forzearmateeu" e unisciti. Siamo oltre 5.000 - Unisciti ai nostri Gruppi/Chat su TELEGRAM, cerca "Militari e Forze di Polizia" e "Graduati Forze Armate" - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.