Agente di Polizia penitenziaria sequestrato in carcere dai detenuti. Prisco (FdI): «Ci vogliono più poliziotti»

Roma, 28 ago 2019 – Solidarietà e massima vicinanza, umana e professionale, viene manifestata dal deputato Emanuele Prisco all’agente della polizia penitenziaria del carcere di Capanne trattenuto in ostaggio da due detenuti che lo hanno minacciato con una lametta al collo. «Episodi come questo non dovrebbero mai accadere perché lo Stato dovrebbe tutelare l’incolumità dei poliziotti penitenziari costretti ogni giorno a svolgere un super lavoro – sono le parole dell’onorevole Prisco di Fratelli d’Italia -. Il ministero della Giustizia dovrebbe dimostrarsi più sensibile rispetto alle esigenze degli agenti, che continuano ad essere troppo pochi per garantire l’ordine e la sicurezza dietro le sbarre. Soltanto la loro professionalità e il loro grande spirito di sacrificio evitano, ogni giorno, il verificarsi di eventi drammatici». 

 

Cerca nel sito

Resta in contatto con noi. Ricevi le news del sito sul tuo smartphone in tempo reale. Scarica da Play Store l'app TELEGRAM, cerca il canale "Forzearmateeu" e unisciti. Siamo oltre 5.000 - Unisciti ai nostri Gruppi/Chat su TELEGRAM, cerca "Militari e Forze di Polizia" e "Graduati Forze Armate" - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.