MILITARI / NUOVO GOVERNO E STESSI PROBLEMI DI SEMPRE

Roma, 29 ago 2019 – RIMARRA’ L’ATTUALE MINISTRO DELLA DIFESA ELISABETTA TRENTA, OPPURE ARRIVERA’ UN NUOVO MINISTRO? Sia l’una o l’altra cosa, per il personale cambia poco e niente. Nei miei 38 anni di servizio effettivo non ho mai visto cose buone concesse con facilita’ ai piu’, mi riferisco al personale NON dirigente. Ho visto ministri di destra, di sinistra, di centro e anche ministri generali. Non mi agito piu’, venga chiunque, tanto alla fine per noi tutto e’ difficile, tutto in salita. Per ottenere devi lottare, e il militare e’ un lottatore. Ho visto riordini dei gradi del 1995 che ancora penalizzano i piu’. Ho visto contratti di lavoro bloccati con alla guida un ministro di destra a guida Berlusconi. Ho visto il riordino del 2017 a giuda PD (con ministro Pinotti) che ha concesso la dirigenza agli ufficiali e NON ha sanato gli sperequati di lungo corso. Ho visto cancellare le classi e scatti per i contrattualizzati e lasciati invece in funzione ai dirigenti ufficiali. Insomma ne ho viste di cotte e di crude. MA ASSICURO CHE PER IL PERSONALE MARESCIALLI E GRADUATI C’E’ STATO SEMPRE POCO SPAZIO DI CONCESSIONI. CI HANNO TENUTO A PANE E ACQUA. Ci vogliono far vivere anche con 1300 – euro al mese, dicendoci che sono tanti. Troppi? mentre chi comanda incassava assegni, benefici e dirigenza. 

Ecco, io non mi meraviglio piu’ per il cambio di un Governo o di un ministro. MI MERAVIGLIO INVECE VEDERE PERSONE CHE SI STRAPPANO I CAPELLI PER LA POLITICA, PER IL GOVERNO, PER LE VOTAZIONI NEGATE. PER L’ACCORDO DEL M5S CON IL PD. PRIMA CON LA LEGA + M5S. Come se le cose per loro cambierebbero, se vince uno o l’altro.

Ecco, si, per queste cose mi meraviglio ancora, per il resto NO.

Quindi rimango nella lotta. Questa so che e’ la mia posizione. Mi interessa lottare per i giovani colleghi, per un rinnovo del contratto di lavoro, per una buona legge sui sindacati militari, su un correttivo delle carriere che aggiusti il maltolto. Vorrei vedere i militari NON dirigenti rispettati, ben pagati, con una carriera lineare e rispettosa.

C’e’ chi e’ nato per lottare per ottenere e chi e’ nato per incassare senza lottare. Io e tutti voi rientriamo nel primo caso. Quindi non litighiamo per chi verra’ a governarci, tanto alla fine per noi cambia poco. Ma dobbiamo continuare a lottare, a pretendere, a contestare, per OTTENERE, nella speranza di stare meglio, di conquistare qualcosa di piu’ importante delle solite briciole cadute dai ricchi tavoli degli alti commensali!

s.d.

 

Cerca nel sito

Resta in contatto con noi. Ricevi le news del sito sul tuo smartphone in tempo reale. Scarica da Play Store l'app TELEGRAM, cerca il canale "Forzearmateeu" e unisciti. Siamo oltre 5.000 - Unisciti ai nostri Gruppi/Chat su TELEGRAM, cerca "Militari e Forze di Polizia" e "Graduati Forze Armate" - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

One thought on “MILITARI / NUOVO GOVERNO E STESSI PROBLEMI DI SEMPRE”

  1. 40 euro di aumento lordo dal 2021 e zitti e muti, non contiamo nulla per loro anche se chiedono l’impossibile per noi, sono decenni che ci trattano amaramente. é già tutto stabilito dal passato governo Renzi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.