SONO 1.300 i Carabinieri morti in servizio dal dopoguerra. URGE IL RICONOSCIMENTO DELLA SPECIFICITA’ PER IL COMPARTO DIFESA E SICUREZZA. L’intervento del Senatore di FI Gasparri.

Roma, 23 feb 2021 – COGLIAMO L’OCCASIONE PER RICORDARE AL SENATORE GASPARRI, ORA SCHIERATO ANCHE LUI CON IL GOVERNO DRAGHI, DI FARE AVVIARE SUBITO LA CONCERTAZIONE ECONOMICA 2019/21 E CHE SIA SOSTANZIOSA, POSSIBILMENTE. Poi come ricordato da lui di riconoscere una vera e piena specificita’ dei settori militari.Fino a ieri era ll’opposizione e chiedeva provvedimenti per noi; oggi faccia che e’ al governo del Paese lo stesso.

SEGUE COMUNICATO STAMPA DEL SEN. GASPARRI.

“Il nuovo Comandante Generale dell’Arma, generale Luzi, ricorda che dal dopoguerra ad oggi sono 1.300 i Carabinieri morti in servizio. L’ultimo è stato Iacovacci ieri in Congo.

Hanno sacrificato la loro vita anche appartenenti alle Forze di Polizia, alle Forze Armate, al Corpo dei Vigili del Fuoco e alle polizie Penitenziaria e locali. Quando si leggono questi numeri si capisce cosa si intenda con ‘specificità’ del comparto sicurezza-difesa e soccorso pubblico.

Un settore della vita istituzionale e democratica esposto a rischi ben superiori a quelli di altre realtà, pure importanti, del lavoro pubblico. Un prezzo altissimo. Che Carabinieri a tanti altri pagano ogni giorno, in Italia e all’estero. Ecco perché volemmo anni fa sancire con quella norma sulla specificità il ruolo di queste realtà ed ecco perché chiediamo anche al nuovo governo di ricordarsi di questo aspetto normativo, che fu voluto dal centrodestra, e che oggi deve essere alimentato con nuove iniziative.

Non si tratta soltanto di soldi, ma anche di riconoscimenti e di regole che valorizzino e rispettino chi, servendo i cittadini, lo fa talvolta fino all’estremo sacrificio. Così si rende onore a chi con la propria vita tutela quella degli altri”. Lo dichiara il senatore di Forza Italia Maurizio Gasparri.

 

Seguici in tempo reale sul nostro canale e gruppi/chat TELEGRAM - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

Visita la nostra pagina Facebook, metti un "LIKE" per rimanere aggiornato>>>

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

2 thoughts on “SONO 1.300 i Carabinieri morti in servizio dal dopoguerra. URGE IL RICONOSCIMENTO DELLA SPECIFICITA’ PER IL COMPARTO DIFESA E SICUREZZA. L’intervento del Senatore di FI Gasparri.”

  1. Un soldato, un poliziotto, un Carabiniere e tutti quelli che vestono una divisa e che fanno parte del comparto sicurezza non potranno mai essere equiparati a quelli del pubblico impiego, ma l’hanno fatto. Sono anni che é stata riconosciuta una diversità ma solo sulla carta. In realtà, ad oggi non esistono tutele o riconoscimento dello operato dei militari e tutori dell’ordine. Specificità senza regole é solo un danno che si versa contro e non a favore. Poi per il contratto é passato dal biennale al triennale nel 2009, quest’ultimo mai partito perché bloccato proprio la destra, solo un ricorso vinto nel 2015 ha reso un insignificante aumento in undici anni di attese.

  2. Buongiorno, sono un Aiutante in Riserva dell’Aeronautica Militare, sono sceso in piazza ,nel lontano 1975 per chiedere i diritti come tutti i lavoratori. Dopo 45 anni hanno dato i sindacati e gasparri vuole cavalcare il caso Carabinieri. Come diceva Totò ” ma mi faccia il piacere. Perché non parla degli alloggi , problema irrisolto. Perché danno aumenti salariali agli ufficiali e briciole alla truppa? Un detto napoletano recita” un generale disse al re Francischiello maestà la truppa si lamentana e lui rispose aumentate la paga ai generali. I capi di stato maggiore senza far nomi , Tricarico e compagni ,non si presentano alla manifestazione dal 2 di Giugno nessuno ha detto niente. Almeno togliergli il privilegio di conservare il grado in concedo. Caso Ciancarella, Ufficiali pilota della 46 Brigata Aerea di Pisa, congedato e dopo 40 anni e risultato che la firma sul decreto del Signor Onorevole Presidente della Repubblica Pertini era falsa. Gasparri e altri pseudo politici dove erano e dove sono. 15 Sottufficiali della sopra citata Aerobrigata , dell’allora Comitato Democratico Sottufficiali. furono vessatti e congedati, nessun parlamentare eccetto l’On. Accade ex Ufficiale ci provo a difenderci e sappiamo che fine ha fatto. Se volete sul sito dell’ Associazione Assodipro c’è un libro di foto copie della nostra storia andate a leggerlo. Se volete rispondetemi . Sino ad oggi nessuno lo ha mai fatto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.