L’OSSERVAZIONE. UN PAESE NATO CONDANNATO DA ALTRI PAESI NATO? Si tratta della Turchia che e’ entrata in territorio Siriano e sta bombardando anche civili Curdi inermi. Gli interessi economici la fanno da padrona

foto di repertorio.

Roma, 14 ott 2019 – LA TURCHIA IN CERCA DI ESPANSIONE TERRITORIALE NONCHE’ DI RISORSE PETROLIFERE E GAS? Un breve post che vorrebbe racchiudere la giornata di oggi, giusto per capire in che mondo viviamo. La Commissione Esteri dell’Unione Europea si e’ riunita oggi e’ ha certificato due condanne: la prima condanna verbale è contro la guerra che la Turchia sta portando avanti fuori dai suoi confini, con morti e distruzioni. Questa condanna e’ stata presa all’unanimita’ ma si rimanda ai singoli stati circa l’embargo delle armi. Quindi per ora niente provvedimenti concreti.

La seconda condanna riguarda l’estrazione di GAS nel Mar Egeo che la Turchia sta cercando di fare. La condanna verbale e’ stata presa all’unimimita’.

Due casi dove i Paesi Europei hanno notevoli interessi: per il GAS si condanna in forma unanime per proteggere i nostri interessi Europei di estrazione. Per la cessione delle armi non e’ stata presa una decisione per l’embargo; ogni paesi si arrangia; giusto per dire che dietro ci sono altri interessi economici che ogni stato decidera’ se rinunciarci o rifornire ancora le armi alla Turchia. E l’Italia? Mentre molti vorrebbero l’embargo delle Armi, il Presidente Conte ieri ha’ buttato avanti le mani dicendo che dovra’ essere l’Europa a indicare la strada. Oggi Di Maio parla di un decreto per bloccare le forniture successive, e non i contratti in essere. Vedi qui >>>

Interessi su interessi. Le armi sono un interesse. Il Gas e’ un interesse. E le persone bombardate? Cosi’ va il mondo, mentre povera gente viene massacrata inutilmente, altra gente fa affari con il “tiranno” di turno.

Ecco quindi che un paese della NATO mette in imbarazzo altri Paesi del Patto Atlantico. E se la Russia invade la Turchia dobbiamo anche intervenire in base alla carta della Nato? Forse bisognerebbe buttarla fuori, ma ci sono i soliti interessi per cui anche oggi lo ha ribadito la Commissione esteri dell’Europa: nella dichiarazione finale di Lussemburgo, la Turchia viene definita “partner chiave dell’Ue” nel quadro mediorientale e sul dossier dell’immigrazione. PUNTO E A CAPO.-

 

Cerca nel sito

Resta in contatto con noi. Ricevi le news del sito sul tuo smartphone in tempo reale. Scarica da Play Store l'app TELEGRAM, cerca il canale "Forzearmateeu" e unisciti. Siamo oltre 5.000 - Unisciti ai nostri Gruppi/Chat su TELEGRAM, cerca "Militari e Forze di Polizia" e "Graduati Forze Armate" - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.