Prosegue il programma degli F-35 con la bomba atomica

Roma, 17 feb 2021 – A Ghedi (BS) in un’area riservata dell’aviazione statunitense (Usaf) sono già custodite le «vecchie» B-61 (15 il numero stimato), che nel caso di un conflitto nucleare Nato dovrebbero essere caricate e sganciate dai bombardieri Tornado, dotazione attuale del 154° Gruppo «Diavoli Rossi» del 61° Stormo di Ghedi.

Altri B-61 (una ventina si stima) sono invece custodite nella base aerea di Aviano (Pordenone), aeroporto militare interamente gestito dall’Usaf e «nido» dei cacciabombardieri F-16, velivoli decisamente più vecchi degli F-35A e privi di capacità «stealth». Fra Europa e Turchia si calcola che attualmente l’Usaf disponga di 100 bombe B-61.

CONTINUA A LEGGERE>>>>>

Seguici in tempo reale sul nostro canale e gruppi/chat TELEGRAM - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

Visita la nostra pagina Facebook, metti un "LIKE" per rimanere aggiornato>>>

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

One thought on “Prosegue il programma degli F-35 con la bomba atomica”

  1. Meno bombe e strumenti di guerra più diritti umani globali di tutti e più pane, cibo, lavoro…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.