Cappellani militari, Comellini (PDM): dopo la ratifica dell’intesa tra Stato e Chiesa per evitare tagli agli stipendi chiedono di attendere emanazione di norme esplicative?

Roma, 20 giu 2021 – Il ministro Guerini vigili sull’immediata applicazione della legge oppure interesserò le autorità giudiziarie competenti. Nel marzo 2015, sull’onda di una insistente pressione mediatica, l’allora direttore della Sala Stampa vaticana, padre Federico Lombardi, annunciò l’istituzione di una Commissione mista paritetica tra Santa Sede e Stato italiano per stipulare quell’intesa prevista già nel 1984 dall’Atto aggiuntivo al Concordato del 1929 e mai stipulata fra le parti. Tra i membri della Commissione figuravano esponenti di spicco dell’Ordinariato Militare. Dopo anni di attesa il risultato del lavoro svolto dalla Commissione Stato-Chiesa ha di fatto smentito le pubbliche promesse dei vertici dell’Ordinariato militare circa la volontà di rinunciare ai gradi militari e quindi ai soldi degli stipendi da ufficiale delle forze armate. L’articolo completo continua sul portale del partitodirittimilitari.it

.

 

Seguici in tempo reale sul nostro canale e gruppi/chat TELEGRAM - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

Visita la nostra pagina Facebook, metti un "LIKE" per rimanere aggiornato>>>

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

2 thoughts on “Cappellani militari, Comellini (PDM): dopo la ratifica dell’intesa tra Stato e Chiesa per evitare tagli agli stipendi chiedono di attendere emanazione di norme esplicative?”

  1. Meglio non toglierla x e’ un beneficio che tutti possono usare. Perché darti la zappa sui piedi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.